,

Visite

Le visite (o sessioni, sono sinonimi) sono tra le metriche più importanti di Google Analytics.

Detto nella maniera più semplificata possibile, Google Analytics conteggia una visita ogni volta che un utente arriva sul tuo sito web.

Nota: quando ho scritto questo articolo, Google Analytics utilizzava il nome “visite”, ma poi ha rinominato questa metrica in “sessioni”. Di seguito vedrai quindi scritto “visite”, ma puoi considerarlo un sinonimo dell’attuale “sessioni”.

Ad esempio, un utente può venire sul tuo sito oggi e poi tornare domani: in questo caso, Google Analytics conteggerà due visite.

Nel pannello di Google Analytics, i dati relativi alle visite puoi trovarli tipicamente:

1) nella sezione “Pubblico”. Per esempio, in questa sezione puoi vedere quante visite sono state effettuate da ciascuna città o paese; da mobile, tablet o PC; da utenti che parlano italiano, inglese, ecc.

2) nella sezione “Sorgenti di traffico”. Per esempio, in questa sezione puoi vedere quante visite sono provenute da ciascuna sorgente di traffico: diretto, motori di ricerca, campagne promozionali, siti esterni, ecc.

3) nella sezione “Contenuti” –> “Pagine di destinazione”. In questa sezione puoi vedere in quante visite gli utenti sono entrati dalla homepage, in quante dalla pagina “chi siamo”, ecc. In altre parole, qui trovi il numero di visite che ha ottenuto il sito per ciascuna pagina di entrata.

Le visite su Google Analytics, screenshot di esempio

Le visite su Google Analytics, screenshot di esempio

Nota: se preferisci vedere e ascoltare queste informazioni, invece di leggere l’articolo, ho fatto un video (brutto ma spero interessante) sulla metrica sessioni (o visite) (che fa parte di un video corso su YouTube su Google Analytics che sto man mano tenendo aggiornato).

Come aumentare le visite al tuo sito

In generale, le visite misurano il livello di traffico complessivo che riceve il tuo sito in un certo periodo, e dipendono sia dal numero di utenti che accede al sito, sia da quanto spesso ciascun utente vi ritorna.

Infatti, la metrica “visite” può essere scomposta nel prodotto di questi due fattori:

Visite = (Visitatori) x (Visite / Visitatori)

La metrica Visitatori l’abbiamo discussa in questo post, e misura (in maniera approssimata) il numero di utenti che è entrato sul sito in un certo periodo.

Il rapporto Visite / Visitatori esprime, invece, il numero di visite che mediamente ha effettuato ciascun utente in un certo periodo. Purtroppo questa metrica non esiste su Google Analytics, ma si può calcolare a mano, dividendo il numero di visite per il numero di visitatori.

Quindi, se vuoi aumentare le visite che ogni mese riceve il tuo sito, hai due possibilità:

1) Aumentare il numero di visitatori mensili al tuo sito. Per fare questo, dovresti cercare di attuare una strategia che ti permetta di aumentare l’audience complessivo del tuo sito, ovvero la sua popolarità. Ad esempio, puoi effettuare pubblicità online a pagamento, promozione del tuo sito verso i blogger di riferimento nel tuo settore, social media marketing, pubblicità offline, ecc.

2) Aumentare il numero di volte in cui ciascun visitatore torna sul tuo sito, in un mese. Per fare questo, dovresti studiare una strategia che ti permetta di fidelizzare i tuoi utenti. Dovresti cioè fornire ai tuoi utenti un motivo per tornare frequentemente: per esempio, potresti pubblicare spesso nuovi contenuti, inviare newsletter con offerte speciali periodiche, lanciare concorsi, aprire forum di discussione, ecc.

 

Come sono calcolate le visite in Google Analytics

Google Analytics utilizza diversi criteri per definire l’inizio e la fine di una visita. Nello specifico, una visita ha inizio quando un utente entra sul tuo sito, e termina se:

1) l’utente resta inattivo sul sito per più di 30 minuti.

Ad esempio, immaginiamo che un utente entri sul tuo sito, lo navighi un po’ e poi vada in pausa pranzo, lasciando il browser con il tuo sito aperto. Dopo 30 minuti di inattività, per Google Analytics la sua visita è terminata e, se al ritorno dal pranzo l’utente riprenderà la navigazione, verrà conteggiata una nuova visita.

2) alla mezzanotte. Ad esempio, se l’utente entra sul sito alle 23:59 verrà avviato il conteggio di una visita; a mezzanotte però la visita avviata terminerà e ne verrà conteggiata una nuova.

3) se l’utente entra sul tuo sito da una sorgente di traffico, e poi vi ritorna da una sorgente di traffico diversa, anche all’interno dei 30 minuti.

Ad esempio, immaginiamo che l’utente effettui una ricerca su Google e clicchi un link al tuo sito; Google Analytics conteggerà una visita. Dopo 2 minuti, l’utente torna su Google, effettua una nuova ricerca e clicca un annuncio a pagamento che lo porta nuovamente sul tuo sito. Per Google Analytics la visita precedente è terminata, e verrà avviata una nuova visita.

In realtà, vi sono ulteriori dettagli che riguardano il conteggio delle visite da parte di Google Analytics. Se vuoi approfondire, puoi trovare tutte le informazioni in questo articolo della guida ufficiale di Google Analytics.

3 commenti
  1. fabio
    fabio dice:

    ciao, se un utente esce dal sito per andare su un altro ma ci ritorna entro 30 minuti senza passare da una campagna, viene considerata la stessa sessione/visita?

    Rispondi

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] seconda colonna, quella delle sessioni, vediamo quindi le visite al sito che sono state portate da ciascuna sorgente di […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *