,

Visitatori nuovi e di ritorno

Cosa sono i visitatori nuovi e di ritorno?

Su Google Analytics, una delle informazioni più interessanti è vedere quante visite sono state effettuate da visitatori nuovi e quante da visitatori di ritorno.

Un visitatore viene considerato “nuovo” se non ha mai visitato il sito in precedenza, mentre viene considerato “di ritorno” se ha già visitato il sito in precedenza.

Nel pannello di Google Analytics, la percentuale di visite effettuate da visitatori nuovi e di ritorno è riportata nella sezione “Pubblico” –> “Panoramica”, con una “torta” blu / verde (vedi lo screenshot qui sotto, parte di destra).

Percentuale di visite da parte di visitatori nuovi e di ritorno, screenshot di esempio

Percentuale di visite da parte di visitatori nuovi e di ritorno, screenshot di esempio

Il titolo di questa torta può generare confusione, perchè Google Analytics scrive “new visitors” e “returning visitors” e ciò potrebbe far pensare che le percentuali si riferiscano al numero di utenti nuovi e di ritorno che hanno visitato il sito, nel periodo selezionato.

Invece, questa torta riporta la percentuale di visite effettuate da parte di visitatori nuovi e di visitatori di ritorno, nel periodo selezionato.

In altre parole, le percentuali di questa torta si riferiscono al numero di visite effettuate da queste due tipologie di utenti nel periodo selezionato, non al numero di utenti nuovi e di ritorno che hanno visitato il sito.

Ad esempio, immaginando che il nostro sito oggi abbia ricevuto 4 visite da parte di uno stesso visitatore che in precedenza non aveva mai visitato il sito, noi su Google Analytics vedremo una torta con 25% delle visite da parte di nuovi visitatori (nella sua prima visita il visitatore è considerato “nuovo”), e 75% di visite da parte di visitatori di ritorno (nelle tre visite successive il visitatore è considerato “di ritorno”).

Dove si trovano i dati delle visite nuove e di ritorno

Se vogliamo valutare la performance del nostro sito rispetto ai visitatori nuovi e ai visitatori di ritorno, dobbiamo andare su “Pubblico” –> “Comportamento” –> “Nuovi e di ritorno”.

Confronto di performance tra visitatori nuovi e di ritorno. Screenshot di esempio.

Confronto di performance tra visitatori nuovi e di ritorno

Qui possiamo confrontare diverse metriche rispetto a questi due segmenti. Ad esempio, la frequenza di rimbalzo, le pagine per visita e la durata media della visita per le visite effettuate dai nuovi visitatori e dai visitatori di ritorno.

Questi tre parametri generalmente sono dei buoni indicatori della performance del nostro sito rispetto a ciò che si aspettano gli utenti da esso.

Ad esempio, se per i nuovi visitatori la frequenza di rimbalzo fosse elevata, e le pagine per visita e la durata media della visita fossero basse, potrebbe essere una indicazione che il nostro sito non li ha interessati a sufficienza per proseguire la navigazione.

In questo caso, potrebbe essere utile ottimizzare il sito, in modo che fornisca più valore e motivi di interesse ai nuovi utenti, o correggere il target a cui si rivolgono i nostri sforzi di acquisizione di nuovo traffico (campagne promozionali, SEO, pubblicità offline, ecc.), in modo da attirare solo persone potenzialmente interessate ai nostri contenuti.

Questo articolo è giunto al termine. Per qualsiasi dubbio, domanda o commento, non esitare a scrivermi.

Un saluto e buona giornata! 🙂

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *